lunedì 2 marzo 2015

I Mali che derivano dall'Eclissi


foto di: www.meteoweb.eu
Secondo gli antichi astrologi le Eclissi, sono momenti molto particolari, il più delle volte considerati terribilmente nefasti.
Le Eclissi Diurne, cioè di Sole, sono considerate notevolmente più potenti che quelle Notturne e cioè di Luna.
Gli effetti non sono sempre immediati ma possono verificarsi anche fra i sei e i dodici mesi successivi al loro compimento.

Eclissi e Luna nuova

Spesso, chi non è esperto di astronomia e astrologia tende a confondere il fenomeno dell'eclissi con quello della Luna nuova, i due fenomeni meritano una trattazione a parte ma qui, a scanso di equivoci, riporterò le informazioni base per comprendere la differenza tra i due eventi celesti.
Le eclissi sono fenomeni piuttosto rari e si verificano quando la Luna e il Sole si trovano contemporaneamente su un nodo lunare. Gli effetti nefasti o propizi sono determinati dagli aspetti contratti dal Satellite con gli altri astri nel giorno o nel momento dell’oscuramento.
La Luna nuova, invece, è un fenomeno che avviene tutti i mesi, come l'eclissi è un effetto ottico e avviene quando il Sole e la Luna sono in congiunzione, perciò l'emisfero lunare visibile dalla Terra resta oscurato.

Gli effetti dell'Eclissi

Come specificato più avanti, gli effetti di un’eclissi sono di varia natura e possono riguardare città, nazioni, regioni, persone ecc. Il tipo di effetto si determina attraverso lo studio del Tema Natale della città, la regione, il clima e la persona che vive sotto l’influsso dell’eclissi e studiando la carta del cielo al momento del fenomeno. Ad esempio, se la carta del cielo presenta un Saturno molto alto questo, purtroppo, influirà notevolmente sul fenomeno. Essendo Saturno il peggiore dei Pianeti c’è da aspettarsi che questa eclissi sia nefasta per tutti o quasi.

Se, inoltre, l’eclissi avviene nel periodo di fioritura e maturazione di alberi e piante essa annuncia uno scarso raccolto, anche in senso esteso, su tutto quanto è stato seminato.
Saturno è il pianeta della lentezza perciò il compimento dei progetti sarà ritardato.
Pianeta della vecchiaia e il deperimento, Saturno agevola le malattie e gli acciacchi, dunque tenete d’occhio la salute perché questa eclissi la sfavorirà.
Infine, se la Luna sarà rossa come annunciato questo vuol dire che riceverà anche un’influenza marziana (di Marte) il che si traduce in un rafforzamento degli effetti disgraziati di Saturno che si potrebbero manifestare con particolare forza o violenza e potrebbero sfociare in scontri.
Altri dettagli possono ricavarsi dallo studio dettagliato del cielo. Secondo la regione e il Tema Natale di ciascuno gli influssi muteranno come riportato più avanti.

I consigli di Tommaso Campanella

Riporto di seguito i consigli del famoso astrologo cristiano Tommaso Campanella, da notare che tali consigli furono eseguiti persino da Papa Urbano VIII, sotto consiglio dello stesso Campanella. Tuttavia non vi è necessità di seguirli alla lettera ma è bene tenerli in grande considerazione per difendersi dalle energie nefaste dell’eclissi, per questo motivo ho deciso di riportare integralmente il brano tratto da Opuscoli Astrologici: "Come evitare il Fato Astrale – Apologetico – Disputa sulle Bolle", di Tommaso Campanella, traduzione dal latino di Germana Ernst, ed. BUR Classici.
  1. Quando un’eclisse, di sole o di luna, si verifica nel luogo dove abiti, se dominano le malefiche negli angoli e nei luoghi dei luminari e minacciano mali alla regione, ma non a te, cambierai regione. Infatti i mali comuni danneggiano anche i singoli, in quanto sono parte della comunità. Così i beni. Separati dalla totalità.
  2. La città sottoposta ai mali o dal proprio oroscopo e dall’afeta (cioè quel pianeta che, in un tema di natività, in base a determinati calcoli e regole prestabilite, risulta di particolare rilievo per la durata della vita del soggetto N.d.T.) della sua origine, o, secondo Tolomeo, dal trigono della regione, o dal tipo di clima, come ho insegnato nel secondo libro. (questa indicazione riferisce come determinare se e quali effetti nefasti avrà l’eclissi e su chi (città, regione, clima ecc.), secondo l’interpretazione delle carte astronomiche o Temi delle perone, le regioni e le nazioni N.d.A.)
  3. Nel primo caso cambierai la città; nel secondo, regione; nel terzo, clima. In tutti e tre i casi ti sposterai dove l’influsso del fenomeno celeste o sarà favorevole, o almeno non nocivo.
  4. Se l’eclisse è particolarmente infausta per te, perché si verifica nei luoghi afetici, soprattutto l’ascendente e i luoghi dei luminari, mentre domina una malefica (stella), oppure se una malefica si trova nei luoghi afetici ed è angolare, o nei luoghi delle direzioni afetiche, in tale caso considera se il male comune si accorda con quello particolare o no. Se sì, ti sarà difficile evitare il danno, se non cambiando regione e adottando le misure sotto indicate; se no, esegui le seguenti prescrizioni.
  5. Quando ha luogo un’eclisse, sia notturna che diurna, e sparge nell’aria semi per te pestiferi, che daranno il loro frutto immediatamente, se si verifica all’orizzonte della regione; dopo sei mesi, se al Medium Coeli; dopo dodici mesi se nella Settima Casa, impegnati con ogni cura perché fin dall’inizio i semi sparsi non possano non possano piantare in sé le loro radici; infatti seme del frutteto o della senape o gli altri semi, se non trovano terreno adatto, non mettono radici, o se ne mettono di deboli, in modo da non dare nessun frutto, o modesto, o non crescono.[…]
  6. In primo luogo sforzati di vivere in modo temperato, conforme a ragione e il più possibile vicino a Dio (o gli Dèi, secondo il proprio credo N.d.A.) dedicandoti a lui con orazioni e cerimonie. In secondo luogo, cospargerai la tua casa, ben sigillata perché non penetri aria dall’esterno, con aceto di rose e profumi aromatici; accenderai un fuoco con alloro, mirto, rosmarino, cipresso e altri legni aromatici. Nulla risulta più efficace per dissipare gli influssi venefici del cielo, anche se fossero inviati da un demone. In terzo luogo, adornerai l’edificio con panni bianchi di seta e rami frondosi. In quarto luogo, accenderai due luminari e cinque fiaccole, che rappresentino i pianeti del cielo, in modo che, quando si oscurano in cielo, non manchino quelli che li sostituiscano sulla Terra, come di notte, quando il sole si allontana, una lampada lo sostituisce, perché non venga a mancare il giorno che si è allontanato. Le candele siano composte con una mistura aromatica, e se imiterai anche i dodici segni, procederai in modo filosofico e non superstizioso come ritiene il popolino. In quinto luogo, frequenta fra gli amici coloro i cui luoghi afetici, nelle rispettive natività, non risultino passibili di danno dall’eclisse. Risultano infatti di grande utilità le relazioni contrarie o simili all’evento. Le prime per allontanarlo, le seconde per accelerarlo. In sesto luogo, ascolterai musica gioviale e venerea (di Giove e di Venere), perché la malignità dell’aria venga frantumata, e i simboli delle benefiche si contrappongano agli influssi delle stelle malefiche. In settimo luogo, poiché, di ogni stella, esistono adeguate corrispondenze con pietre, piante, colori, odori, musiche e moti […] adopererai quelle esche che attirano le forze delle benefiche, e mettono in fuga quelle malefiche. Sono di molto giovamento le acque distillate, le astralità estratte e usate secondo ragione, come ho detto prima, e nella terza parte della Metafisica.
  7.  Farai queste cose tre ore prima dell’inizio dell’eclisse e per tre ore dopo la fine, e quando le benefiche giungeranno agli angoli e acquisteranno forza.
  8. Quando invece un’eclisse annuncia un bene, bisogna captarne l’influsso, e utilizzare esche gioviali o veneree o marziali, in base a quanto ho insegnato a proposito della vita da attrarre dal cielo e nel secondo libro della Medicina.